Plurilinguismo

 

“ Imparate una nuova lingua e avrete una nuova anima”- Proverbio ceco.

L’apertura al mondo passa dalla scoperta culturale e linguistica.

Fin dalla scuola dell’infanzia, i bambini si confrontano con la lingua francese in un percorso bilingue italo-francese al 50%, ma anche con altre lingue attraverso “l’éveil aux langues”. Questo approccio ludico facilita il riconoscimento di diverse lingue e culture grazie a strumenti didattici quali la boîte à histoires, il kamishibai, ma anche costruendo dei rituali durante la giornata che permettano di utilizzare diverse lingue (i saluti, il pranzo, i ringraziamenti).

Alla scuola primaria il percorso bi-plurilingue prosegue legandosi maggiormente alle discipline di insegnamento, così come alla scuola secondaria di I grado.

Al terzo anno della scuola secondaria di I grado, gli alunni eseguono una prova di comprensione che usa le lingue italiana, francese ed inglese, costruita attorno ad una tematica comune.

In un’ottica plurilingue e pluriculturale, l’Istituzione Scolastica si avvale di stagisti madrelingua anglofoni e francofoni, facendo delle convenzioni con Università straniere o aderendo a progetti regionali.