Gli Organi Collegiali

   

 

Consiglio d'Istituto

Il Consiglio d'Istituto:

  • adotta gli indirizzi generali della scuola (P.T.O.F., regolamento, ...) e determina le forme di autofinanziamento;
  • delibera il programma annuale e il conto consuntivo e stabilisce i criteri di ripartizione dei fondi per il funzionamento amministrativo e didattico.
  • delibera il calendario scolastico in funzione del calendario regionale.
  • approva gli orari di funzionamento dei vari plessi sentiti gli Enti locali. 

Composizione:

Il Consiglio d'Istituto, nelle Istituzioni con  più di 500 iscritti, è costituito da 19 componenti: il Dirigente Scolastico, 8 rappresentanti del personale docente, 2 del personale non docente, 8 dei genitori; è presieduto da uno dei membri eletto tra i rappresentanti dei genitori degli alunni.

 

Giunta esecutiva

La Giunta esecutiva prepara i lavori del consiglio di istituto, fermo restando il diritto di iniziativa del consiglio stesso e cura l'esecuzione delle relative delibere. Presenta al Consiglio di istituto il programma annuale.

La giunta esecutiva è composta dal Dirigente Scolastico, dal capo dei servizi di segreteria e da due genitori, un docente e un personale non docente.

 

Collegio dei Docenti

Il Collegio dei Docenti è l'organo tecnico e professionale delle istituzioni scolastiche con competenze generali in materia didattica.

Spetta al Collegio dei Docenti: elaborare il Piano triennale dell'Offerta Formativa.

    Il Collegio dei Docenti è costituito da tutti i docenti in servizio presso l'istituzione scolastica ed è presieduto dal Dirigente Scolastico.

     

    Consigli di Intersezione, di Interclasse e di Classe

    I Consigli di Intersezione, di Interclasse e di Classe, hanno il compito di formulare al Collegio dei Docenti proposte in ordine all'azione educativa e didattica e ad iniziative di sperimentazione.

    Composizione:

    • Consiglio di Intersezione: Tutti i docenti e un rappresentante dei genitori per ciascuna delle sezioni della scuola dell'infanzia; presiede il Dirigente Scolastico o un docente da lui delegato, facente parte del consiglio.
    • Consiglio di Interclasse: Tutti i docenti e un rappresentante dei genitori per ciascuna classe della scuola primaria; presiede il Dirigente Scolastico o un docente da lui delegato, facente parte del consiglio.
    • Consiglio di Classe: Tutti i docenti e quattro rappresentanti dei genitori per ciascuna delle classi della scuola secondaria di 1° grado; presiede il Dirigente Scolastico o un docente da lui delegato, facente parte del consiglio.

     

     Comitato per la valutazione dei docenti

    L’art. 1, comma 129, della Legge 13 luglio 2015 n. 107 che modifica, a decorrere dall’anno scolastico 2015/16, l’art. 11  del d.lgs n. 297/1994 che stabilisce: “Presso ogni istituzione scolastica ed educativa è istituito, senza nuovi e maggiori oneri per la finanza pubblica, il Comitato di Valutazione dei docenti. Il Comitato ha la durata di tre anni scolastici, è presieduto dal Dirigente Scolastico ed è costituito dai seguenti componenti: a) tre docenti dell’istituzione scolastica, di cui due scelti dal collegio dei docenti e uno dal consiglio d’istituto; b) due rappresentanti dei genitori, per la scuola dell’infanzia e per il primo ciclo di istruzione; un rappresentante degli studenti e un rappresentante dei genitori, per il secondo ciclo di istruzione, scelti dal consiglio d’istituto; c) un componente esterno individuato dall’ufficio scolastico regionale tra docenti, Dirigenti scolastici e dirigenti Tecnici”;

    Il comitato di Valutazione dei Docenti:

    • Individua i criteri per la valorizzazione dei docenti sulla base:

    a) della qualità dell'insegnamento e del contributo al miglioramento dell'istituzione scolastica, nonché  del successo formativo e scolastico degli studenti;

    b) dei risultati ottenuti dal docente o dal gruppo di docenti in relazione al potenziamento delle competenze degli alunni e dell'innovazione didattica e metodologica, nonché  della collaborazione alla ricerca didattica, alla documentazione e alla diffusione di buone pratiche didattiche;

    c) delle responsabilità assunte nel coordinamento organizzativo e didattico e nella formazione del personale.

    • Esprime il proprio parere sul superamento del periodo di formazione e di prova per il personale docente ed educativo. A tal fine il comitato è composto dal dirigente scolastico, che lo presiede, dai docenti di cui al comma 2, lettera a), ed è integrato dal docente a cui sono affidate le funzioni di tutor.
    • Valuta il servizio di cui all'articolo 448 su richiesta dell'interessato, previa relazione del dirigente scolastico; nel caso di valutazione del servizio di un docente componente del comitato, ai lavori non partecipa l'interessato e il consiglio di istituto provvede all'individuazione di un sostituto. Il comitato esercita altresì le competenze per la riabilitazione del personale docente, di cui all'articolo 501.